Tipologia m Riduzione del rischio radon

Nell’ambito di questo intervento non è prevista l’adozione di buone prassi ai fini del relativo punteggio bonus.
OGGETTO: progetti di riduzione del rischio radon attraverso l’acquisto e l’installazione di un sistema di monitoraggio e l’attuazione di una o
più delle seguenti misure correttive:
 impermeabilizzazione con guaine delle parti del fabbricato a diretto contatto col terreno
 interventi di depressurizzazione attiva o passiva del suolo a diretto contatto con l’edificio
 interventi di depressurizzazione attiva o passiva del vespaio sottostante l’edificio
 pressurizzazione degli ambienti di lavoro
 aspirazione forzata di ambienti interrati e seminterrati
AMBITO: ai fini della presente Tipologia di intervento sono finanziabili i progetti di riduzione del rischio radon negli ambienti indoor ai piani terra,
seminterrati e interrati nei quali sia presente tale gas in concentrazione superiore a 300 Bq/m3.
La misurazione della concentrazione media di radon in aria deve essere effettuata prima della realizzazione del progetto, in accordo con la
norma tecnica UNI ISO 11665-4:2020 (Misura della radioattività nell’ambiente – Aria: radon-222 – Parte 4: Metodo di misurazione ad
integrazione per la determinazione della concentrazione media di attività usando un campionamento passivo e analisi successiva).
DEFINIZIONI:
Per “ambienti indoor” si intendono luoghi di lavoro delimitati su tutti i lati da pareti verticali dotate o meno di aperture (porte o finestre).