Calcolare il valore della carbon footprint (impronta di carbonio) di un prodotto significa analizzare tutte le emissioni di gas effetto serra che provengono da ogni fase di vita del prodotto: quelle legate alle materie prime, quelle che provengono dalla realizzazione, dall’uso e dallo smaltimento a fine vita del prodotto.
Oltre al Life Cycle Assessment (Analisi del ciclo di Vita) in conformità allo standard ISO 14044, che è lo strumento più noto per tale analisi, sono disponibili anche il PAS 2050, la specifica tecnica ISO/TS 14067 e il GHG Protocol. Il PAS 2050 e il GHG Protocol sono specifiche tecniche sviluppate dal British Standards Institution (BSI)– nel primo caso – e dal Word Resources Institute (WRI) assieme al Word Business Council for Sustainable Development (WBCSD) – nel secondo -, per consentire ai produttori di beni e servizi la rendicontazione delle emissioni di CO2 equivalenti dei propri prodotti. La specifica tecnica ISO/TS 14067, editata a maggio 2013, è il primo elaborato della ISO (International Standard Organization) riguardante la carbon footprint dei prodotti.

DNV GL utilizza questi strumenti per il raggiungimento dell’obiettivo condiviso col cliente.Un percorso tipico delle attività di verifica della carbon footprint di un prodotto si articola nelle seguenti fasi:

  • Verifica Preliminare
  • Verifica dei processi
  • Reporting & Technical Review
  • Closing Meeting

Alla fine del percorso il cliente riceve un documento che attesta la conformità della quantificazione eseguita ai requisiti contenuti nella specifica tecnica scelta dal cliente.