Anche quest’anno con il bando ISI  2017 l’Inail si pone l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

Le risorse stanziate per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale ammontano a 7.644.303,00 €.

In particolare da ricordare che:

  • il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA;
  • sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%;
  • il finanziamento massimo è pari a 130.000,00 e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 .

Gli investimenti possono riguardare interventi volti a:

  1. ridurre il rischio chimico
  2. ridurre il rischio infortunistico mediante la sostituzione di mecchine
  3. ridurre il rischio derivante da vibrazioni meccaniche
  4. ridurre il rischio rumore mediante interventi ambientali
  5. ridurre il rischio sismico
  6. ridurre il rischio di caduta dall’alto
  7. ridurre il rischio biologico
  8. ridurre il rischio rumore mediante la sostituzione di macchine

Sono ammesse a finanziamento

  • le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto
  • le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche.

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 31 maggio 2018.

Nel caso di acquisto di macchine le spese ammissibili per l’acquisto devono essere calcolate, al netto dell’IVA, con riferimento ai preventivi presentati a corredo della domanda e, comunque, nei limiti dell’80% del prezzo di listino di ciascun trattore agricolo o forestale o macchina.

Presentazione delle domande

Dal 19 aprile 2018 sul sito www.inail.it sarà possibile accedere a una procedura informatica per effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità (120 PUNTI).

I parametri che concorrono a determinare il punteggio riguardano le caratteristiche aziendali e le caratteristiche dello specifico progetto:

  1. dimensioni aziendali – ULA;
  2. lavorazione svolta;
  3. tipologia di intervento;
  4. condivisione con le parti sociali;
  5. bonus buone prassi;
  6. bonus settori Ateco.

Entro le ore 18:00 del giorno 31 maggio 2018 la domanda inserita deve essere salvata e inviata. Dopo tale termine le domande non saranno più modificabili.

Dal 7 giugno 2018 sarà possibile accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del codice identificativo dei progetti che soddisfano i requisiti previsti per il rilascio (soglia minima e registrazione della domanda tramite il tasto INVIA).

Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’inserimento del codice identificativo (Click Day), saranno pubblicati sul sito www.inail.it a partire dal 7 giugno 2018.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’elenco cronologico, i soggetti destinatari, la cui domanda negli è collocata in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, DEVONO inviare il modulo di domanda (Modulo A) e la documentazione a suo completamento pena la decadenza della propria domanda online. Le risorse economiche che si rendono disponibili a seguito della suddetta decadenza saranno destinate, sempre nel rispetto dell’ordine cronologico e fino alla capienza della dotazione finanziaria resasi disponibile, ai soggetti destinatari non ammessi per carenza di fondi.

CONTATTACI PER VALUTARE IL TUO PROGETTO!